sabato 31 maggio 2014

Torta di mele


Le essenze della creatività oggi emanano un dolcissimo e delicatissimo profumo di torta di mele.
 Dolce apprezzato e conosciuto in diverse parti del mondo, e proposto in diverse varianti. Quanto ho desiderato la apple pie di Nonna Papera, quando da bambina leggendo il mitico Topolino, ne immaginavo la fragranza, tanto era ben rappresentata quella fumante torta profumata alla cannella.
Questa è la ricetta che preferisco, ho provato a variare qualche volta però poi sono tornata sempre a questa. Sarà per abitudine, sarà che era la ricetta che realizzava anche mia madre prima di me, ma alla fine è quella che mi riesce meglio.


E indovinate da dove proviene....
chissà magari anche qualcuna di voi lo possiede ancora, il vecchio ricettario Bertolini quello degli anni 60, si proprio quello di Maria Rosa e il suo carretto...molto vintage o per meglio dire molto shabby


....credetemi proprio quello, vi mostro solo questo scorcio, in quanto impresentabile talmente è macchiato e rovinato. Vi è venuta la voglia di prepararla anche voi?...Sarò generosa non potendo offrirvene una fetta vi lascio la ricetta qua sotto...vi auguro buon fine settimana.

MARINA

INGREDIENTI


gr. 300 farina                                       gr. 150 zucchero
gr. 75 burro                                         1 uovo
1 bicchiere grande di latte                 gr. 700 di mele 
1 bustina di lievito vanigliato
dose per 1/2 

                 PROCEDIMENTO

In una terrina versare il burro liquefatto e freddo con gli altri ingredienti (prima quelli solidi dopo quelli liquidi), eccetto le mele ed il lievito. Lavorare con lo sbattitore elettrico sino ad ottenere un impasto omogeneo. Fermate, aggiungete il lievito e proseguite ancora un paio di minuti. Travasate l'impasto in una teglia imburrata e spolverata di farina e coprirlo con le mele sbucciate e tagliate a fettine sottili. Passare subito in forno appena acceso.
Tempo di cottura: 50 minuti a temperatura moderata, senza aprire lo sportello; lasciare la torta, in forno spento, ancora per 5 minuti, prima di sfornarla.


giovedì 15 maggio 2014

Fatti conoscere su creativa

Ciao oggi vi segnalo un'iniziativa molto interessante sul blog di Kreattiva. Se volete conoscere nuovi blog o volete farvi conoscere non dovete fare altro che partecipare. Kliccando qui andrete sul suo blog per conoscere il regolamento...ciao...

l

                                                              MARINA

sabato 10 maggio 2014

My Mother's day gift


La rosa...quale fiore rappresenta meglio l'amore? Sia essa il dono di un uomo verso la sua amata, o scambiata come simbolo di amicizia, o ancora come in questo caso, il simbolo d'amore racchiuso nel dono di un figlio, per la propria madre.



Oggi vi presento ancora un'idea
regalo in occasione della festa della mamma.



Ancora gessi profumati all'essenza di lavanda, all'interno di sacchetti realizzati con tessuto  stampato, con queste adorabili roselline in due delicatissimi colori.



Nella parte anteriore del sacchetto ho applicato uno strato di organza e per la chiusura, ho realizzato delle roselline, ricavate dagli scarti del tessuto.
Concludo questo mio post, mandando un augurio a tutte le mamme e anche alla mia...vi auguro che possiate godervi serenamente questa dolce festività.






                                                                             MARINA

venerdì 2 maggio 2014

Un profumato dono per il giorno più dolce dell'anno.

Esiste un giorno, un giorno speciale che definisco il più dolce dell'anno. In principio come figlia, poi anche come madre, vivo la dolcezza del giorno che celebra la  festa della MAMMA.


In una targhetta che mi regalò
mia suocera tanti anni fa, c'era scritta una lunga frase che però terminava così...".il cuore della madre che sempre ti segue"... E il cuore della madre ti segue sempre ovunque, anche quando è lontana.


Conservo ancora la letterina, che scrissi in prima elementare, quando la maestra aiutò me e i miei compagni a preparare un pensierino per la mamma. Molto buffa, se devo essere sincera, ma allo stesso tempo molto dolce. Le mie figlie hanno riso molto quando l'hanno letta...la descrizione della mamma fatta da una bimba di sei anni in tutta la sua sincerità, con tanto di ritratto, chiaro che disegnato a mano da me.  



Forse sarebbe stato curioso pubblicarla...perlomeno la copertina...ci penserò. Per ora vi mostro solo i miei cuori di polvere di ceramica, che ho dedicato a questa festa. 


Cuori di polvere di ceramica, profumati con essenze di lavanda e violetta. Per portare fresche fragranze dentro cassetti e armadi.


Ho pensato che avessero bisogno di un vestitino...così ho cucito questi delicati sacchetti di lino e organza, per poterli contenere.


Ho realizzato la chiusura ricavando delle roselline, dagli scarti del tessuto, che ho poi fissato su un pezzo di spago.


  Per concludere...dal momento che non butto mai gli avanzi del materiale dei miei lavori, col gesso rimasto è nata questa farfalla, che voglio dedicare a voi che mi seguite...un profumatissimo battito d'ali...con le essenze della creatività. 


     MARINA