domenica 28 dicembre 2014

Runer da tavolo natalizio

Con qualche giorno di ritardo, riesco finalmente a fare questo post, per mostrarvi l'ultimo lavoro realizzato prima di Natale. 


L'eleganza del raso accostata all'aspetto grezzo della juta, quando si dice che gli opposti si attraggono...a mio parere un matrimonio perfetto.
Inizialmente dovevo realizzare un lavoro completamente diverso, ovvero il tappetto per un presepe con personaggi di ceramica, da posizionare su un tavolo di cristallo, quindi una cosa un po' particolare....per sostituire il muschio, la sabbia ecc...dovevo creare un prato sintetico con feltro o juta di colore verde.
Ma essendomi mossa all'ultimo momento, non ho trovato disponibili i materiali di cui avevo bisogno.
Così mi sono accontentata di sostituirli con questi due materiali, il colore della sabbia e quello del muschio ci sono, ma non immaginavo che il lavoro sarebbe risultato così.


Mi piace perfino sul tavolo della mia cucina, sul quale ho scattato questa foto e dal momento che i cuori per me sono una vera fissazione non potevo non rifinirlo così.


Soddisfatta del lavoro eseguito, che fa la sua figura per lo scopo iniziale, vi saluto e vi auguro di continuare questo periodo festivo con grande serenità, ringraziando le amiche conosciute tramite il blog, per i commenti e gli apprezzamenti. I miei lavori su questo blog arrivano sempre con un po' di ritardo, se volete vederli in anteprima, venite a trovarmi su instagram    http://instagram.com/scentsofcreativity/   o sulla pagina facebook di Scents of creativity. Baci...

Marina.

giovedì 18 dicembre 2014

Christmas biscuits


Oggi in tavola portiamo un po di dolcetti. Vi mostro la versatilità del mio cestino porta pane, che è andato in dono a una persona davvero speciale, vera appassionata del Natale. 




Fin da bambina ho sempre avuto una speciale passione per i biscotti fatti in casa, e ogni volta che vedo uno stampino che cattura la mia curiosità, non riesco a fare a meno di comprarlo, nonostante ne possieda già una quantità che si potrebbe definire da collezionista.....




Adoro le varie formine, perché mi piace pensare che diano un'identità ad ogni biscotto....lo so...è un concetto un po' infantile, infatti ogni volta che li preparo ritorno un po' bambina. Sarete d'accordo con me, che ai bambini piace molto preparare i biscotti, e una cosa che mi rallegra di questo momento, è la complicità delle mie due figliuole, ormai grandicelle per definirsi bambine... 




Nel cestinetto, sotto i biscotti ho inserito una sorpresina. Una scatola contenente tante zollette di zucchero, che ho creato con gli stampini per i cioccolatini....una vera chicca. Magari in un altro post vi descrivo come farli. per ora accontentatevi dell'immagine.  




 Tutto questo per dirvi, che il cestino porta pane, dopo essere stato vuotato del dolce contenuto, da me regalato, ha mantenuto questo ruolo di porta dolci e la attuale proprietaria, lo ha riempito con tanti cioccolati natalizi ed esposto in bella mostra, sul tavolo del suo soggiorno. 
Spero che abbiate gradito questo dolce post, vi saluto e vi abbraccio coi profumi della creatività, che oggi sanno di biscotti, di zucchero, di Natale....

MARINA

venerdì 12 dicembre 2014

Portatovaglioli natalizi di carta di riso

I particolari son sempre quelli che fanno la differenza... Prima di fare queste rose, avevo già realizzato dei fiori di carta, ma queste le avevo immaginate più leggere e delicate, rispetto ai lavori precedenti, così ho pensato di provare a utilizzare la carta di riso.


Un lavoro impegnativo, disegnare, ritagliare e incollare i petali, infine una spruzzata di porporina per impreziosire un pochino, il tutto incollato su un prezioso nastro natalizio.... Lavoro impegnativo, realizzarne tanti pezzi come ho fatto io, alla conclusione di tutto ero stanca ma soddisfatta.   



Finalmente sono riuscita a fare due post a breve distanza....come già detto la magia continua...a presto..

MARINA

mercoledì 10 dicembre 2014

La magia continua...cestini porta pane in tessuto.

Oggi sul mio blog, continuiamo a respirare aria di Natale, che dopo il dolce profumo dei porta torte, porta in tavola il calore e il profumo del pane. Proprio quello della mia terra, quello dell'antica tradizione Sarda.



Come si può, non innamorarsi di questo tessuto stile country, e mi chiedo se anche voi come me, troviate che questa allegra fantasia e il dolce musetto della renna della stampa, si accostino bene anche a un pizzico di eleganza.


Ho realizzato il lavoro con materiali lavabili, poiché alcuni modelli ti tipo industriale, hanno del cartone all'interno, che serve per dare consistenza e rigidità al cestino. Io ho preferito inserire un foglio di sottilissima gommapiuma, in modo da poter lavare e stirare, al momento necessario, cosa alquanto difficile col cartoncino interno. E devo dire che il lavoro è riuscito perfettamente, proprio come l'avevo pensato. 


Abbastanza capiente, può contenere diversi pezzi di pane. Nell'immagine successiva lo potete ammirare completamente disteso. Per chi volesse cimentarsi nella realizzazione, vi dico che le dimensioni, in questa posizione sono di cm 36 x 36.


Spero di mostrarvi al più presto un altro progetto, ancora un'idea da portare in tavola....ma il tempo per preparare i post è sempre poco, il Natale è alle porte e il tempo stringe....

MARINA

lunedì 24 novembre 2014

Borsa portatorte

E' tempo di iniziare a pensare al Natale. Tempo di organizzare, progettare e preparare, perché tutto sia pronto per la magica notte. Così per mostrarvi il risultato di una domenica creativa, ho voluto creare un'anticipazione, se cosi' si può definire, regalandovi e coccolandomi con pochino di atmosfera natalizia.


Tra i pensierini che preparerò per essere donati a Natale, non mancheranno i miei lavori di cucito. Ho preparato varie cosette da utilizzare in cucina, e oggi vi presento uno dei miei porta torte, realizzato seguendo il tutorial della bravissima Emanuela Tonioni del blog Angeli di pezza.


E voi a che punto siete coi preparativi? Mi raccomando non fatevi cogliere impreparate......

MARINA


martedì 18 novembre 2014

Diy lanternine riciclando i vasetti dello yogurt

Sono un po' in ritardo con questo post, in realtà lo avrei dovuto fare a fine estate, poiché queste piccole lanterne le ho realizzate per rendere più suggestiva, l'atmosfera di una festa di compleanno, organizzata in giardino nel mese di settembre. Però siccome le lanternine, sono anche molto in sintonia col Natale, allora colgo l'occasione per mostrarvi, come ho realizzato le mie, riciclando i vasetti di vetro dello yogurt.


Qui avete una visuale completa, dei materiali necessari per la realizzazione : pinze, tronchesine, pistola per colla a caldo, filo metallico, nastro di tessuto con decori e vasetto di una nota marca di yogurt, se posso aggiungere tra le mie preferite.


Col filo metallico, in maniera molto grezza, ho realizzato due giri e due anellini sulla parte superiore del vasetto, e con un altro pezzo, ho realizzato il manico


Infine ho sovrapposto un pezzo di nastrino in tessuto, incollandolo con la colla a caldo.  


Di seguito vi mostro un'altra prospettiva cosi che possiate vederla anche dall'alto. Inserita una tea light e la nostra lanternina è pronta in tutta la sua semplicità


Era una festa per i 18 anni, quindi d'obbligo il colore verde che porta bene. Così per creare un punto luce sui tavolini del giardino, ho decorato alcuni vasetti semplicemente con un nastrino verde a pois bianchi. Semplici ma graziose.


E al calar della sera, le mie lanternine hanno preso vita creando una magica atmosfera.


Per la prima volta, mi sono dilettata a creare i pom pom di carta. Alcuni realizzati con la carta velina, alcuni con la carta crespa, se posso dare un consiglio per chi non gli ha ancora fatti e vuole provare, sono più belli quelli di carta velina.


Questa è la volta della veranda addobbata. Ora i pom pom gli ho messi da parte, in attesa di essere utilizzati in un'altra occasione, le lanterne sono rimaste ad adornare la veranda e alcune le ho posizionate in casa, pronte per creare la magica atmosfera natalizia.




venerdì 17 ottobre 2014

Recupero ritagli di tessuto avanzati

Tanti astucci...porta matite, porta occhiali, beauty case ecc...  questi sono i lavori di cucito, eseguiti dopo l'estate. Gli ho realizzati per recuperare gli scarti di tessuto, avanzati dalle borse per la spiaggia. 


 Consapevole  che... avrei potuto fare delle foto migliori, per riuscire a presentarli meglio, ma vi prego accontentatevi, i mezzi a mia disposizione sono limitati e il mio tempo davvero poco.


Ho realizzato  tre misure diverse, L-M-S. Il porta occhiali, taglia S, l'ho tenuto per me. Leggero e comodo, e soprattutto, riesco a recuperarlo subito dentro la borsa, dove regolarmente mi perdo ogni cosa.


Oltre agli scampoli di cotone, ho recuperato la gamba di un vecchio jeans, ho rifinito con un nastro di organza, che riporta le stampe di margherite e farfalle ed il risultato potete constatarlo qua sotto...a voi il giudizio finale.


Concludo con quelli che ho chiamato " I gemelli diversi ", il più grande su richiesta, di questa dimensione, per contenere tante matite colorate, il più piccolo per l'essenziale: qualche penna matita gomma ecc ....ma comunque comodo e leggero.


Tutti quanti col tocco finale....i ciondolini sul cursore della chiusura....Ed ora nuovo ordine di tessuti e a breve nuovi lavori....si inizia a pensare al Natale.


MARINA.


venerdì 10 ottobre 2014

15° edizione fatti conoscere su Kreattiva

Ancora una volta partecipo all'iniziativa di Kreattiva, che da la possibilità a tutte noi bloggers, di conoscere nuove amiche con cui condividere le nostre passioni....volete scoprire come?...vi lascio il link qui sotto e non vi resta che andare a scoprirlo.


venerdì 3 ottobre 2014

Indietro nel tempo. 1961


Rientro nel mio blog, dopo questo periodo di pausa, e oggi non per mostrarvi un lavoro creativo, ma per condividere con voi le immagini un piccolo caro tesoro. 


Alcuni giorni fa', riordinando nella casa dei miei, mi sono trovata tra le mani un piccolo pacchetto ingiallito dal tempo, con curiosità ho aperto l'involucro e ho scoperto il contenuto....


Giugno 1961.
Amici e parenti inviarono i loro auguri ai miei genitori, che celebravano il loro matrimonio.
Uno in particolare ha suscitato la mia attenzione, proveniente dalla Francia, con la stampa di una graziosa e delicata rosellina.


Stile molto in voga in quegli anni ,rivalutato e apprezzato in questo periodo, come gli attuali  vintage, shabby chic e tutto ciò che ha un'aria un po' retrò. Che dite, io lo trovo shabby chic....


Vecchi ricordi di una vita, che in un momento, donano la percezione del tempo trascorso, del vissuto, delle persone incontrate allora e di coloro che sono arrivati dopo, degli anni e dei giorni, fatti di cose belle e di cose brutte, e di tanta nostalgia per chi non c'è più. 


MARINA

giovedì 11 settembre 2014

Settembre in cucina

Finalmente rianimo il blog, dopo una lunga pausa estiva, durante la quale mi sono rilassata manualmente, ma mentalmente non ho mai smesso di progettare, di studiare, di navigare nei vostri blog e di fare nuove scoperte su Pinteret...Oggi voglio deliziarvi con questi cornetti di pasta di broches, ottimi per la colazione o per offrire una merenda genuina, adatta anche per i bimbi che riprendono ad andare a scuola, proprio in questi giorni. Io ne ho farcito alcuni con la nutella, e altri con marmellata di albicocche. Se preferite renderli ancora più golosi, si possono riempire anche con crema pasticciera. Facili facili da realizzare, solo un po' di pazienza per i tempi di lievitazione...che dite vi ho stuzzicato abbastanza da farvi venire voglia di farli?...la ricetta che ho seguito la trovate qui ,sul blog di "Viva la focaccia" dove ogni volta mi perdo
 con l'acquolina in bocca.
MARINA



sabato 2 agosto 2014

Come ho riciclato una vecchia scatolina di cartone

Buon Sabato di inizio Agosto a tutti ...Agosto un po' strano in una strana estate, dal punto di vista climatico. Anche qui in Sardegna il clima fa le bizze, infatti anche oggi è prevista la pioggia e non è la giornata ideale per andare in spiaggia!
Quindi approfitto per mostrarvi, come ho riciclato una vecchia scatola, che era l'imballaggio di un telefono cellulare tanto tempo fa. Da brava creativa, non butto mai nulla, conservo in attesa di avere l'idea giusta, per trasformare un oggetto banale, che può essere un contenitore, una scatola e via dicendo, tutto ciò che reputo trasformabile e riciclabile. 


Mentre riordinavo un ripostiglio di casa, uno di quei luoghi che tutte conosciamo, dove abbiamo riposto delle cose per poi dimenticarcene, ho recuperato una vecchia scatolina, e mi sono detta perché buttarla??? Sia mai! Vediamo di utilizzare gli avanzi di carta di cotone, rimasti dopo aver creato le bomboniere a forma di piramide, mostrate in un post precedente.
Vi avevo già parlato della carta di cotone, molto simile a un tessuto non tessuto, ha l'aspetto di un vero e proprio straccio stropicciato, però dopo la lavorazione il suo aspetto si trasforma, rendendo il lavoro finito delicato ed elegante.


Ho foderato l'interno, prima con cartoncino rosa poi con un foglio di tessuto non tessuto. 


Ho incollato alla base e sul coperchio dei pezzi di cartoncino leggermente più grandi rispetto al perimetro della scatola, lasciando fuori uscire due nastri di organza, incollati fra le due superfici.


Infine ho applicato un decoro con la tecnica del decoupage, delle delicatissime roselline rosse, che risaltano piacevolmente sullo sfondo chiaro, rendendo la scatola ancora più preziosa.


Pronta per essere usata per riporre i miei bijoux.


Bella come idea regalo, per contenere i miei cuori di polvere di ceramica profumata.


Spero che vi sia piaciuta la mia idea di riciclo creativo, questa è la prova che con un po' di fantasia possiamo ricavare da oggetti banali di scarto e di uso comune, degli oggetti  importanti e preziosi....queste sono le essenze della creatività, che da oggi va in vacanza e augura a tutte voi un buon proseguimento di estate.
Ci rivediamo a Settembre con tante nuove idee, però continuerò a seguirvi.


Un bacio a tutte.

MARINA

lunedì 21 luglio 2014

Black cat bag

Secondo l'antica credenza popolare, rappresentava simbolo negativo e ancora oggi, i superstiziosi, sono convinti che porti sfortuna quando la propria strada viene tagliata da un gatto nero.



Io credo invece, che il gatto nero abbia un fascino particolare,bello ed elegante, e quando ho visto questo tessuto me ne sono innamorata. Così è nata un'altra summer bag.



Stesso modello della New York bag, con fondo rettangolare...dopo aver fatto la foto mi sono accorta che il colore è molto simile a quello della sabbia, della spiaggia che frequento di solito.



E voi siete superstiziose o un po' streghe come me?
Con questo post, vi auguro un buon lunedì e una nuova settimana ricca di creatività.

MARINA

lunedì 14 luglio 2014

My New York bag

Buon inizio settimana...Le essenze della creatività, oggi vi portano alla scoperta di New York, con la mia nuovissima bag per la spiaggia.
Esattamente un anno fa, realizzai la mia prima borsa per il mare....la mia Paris bag, pubblicata qui sul mio blog di bijoux. Riscosse molto successo, in particolare per il materiale utilizzato per la realizzazione, la tela cerata per le tovaglie.
Però con l'usura la borsa Paris si rovinò molto in fretta, perché in tutta sincerità, la tela cerata non è mai resistente quanto un tessuto.
Così, per quest'anno propongo nuovamente un altro sfondo city, adoro queste stampe si sarà capito, ma questa volta, ho scelto un tessuto misto cotone super resistente.






La borsa Parigi era sfoderata, per questa ho realizzato una fodera interna, con jersey di cotone e come chiusura ho cucito una zip.




Può contenere due teli grandi e immancabile un libro da leggere nei momenti di relax.




Anche se qui l'estate fa le bizze, oggi in mattinata è arrivata anche la pioggia, io sto lavorando alla realizzazione di un'altra, con sfondo del tutto differente ma molto molto carino...curiose? Spero di mostrarvela prestissimo.


MARINA